Utilizziamo i cookie per migliorare le funzionalità di questo sito Web.

Accetto Leggi di più

Torna al progetto

Cittadinanza Onlus

Cittadinanza è un’associazione no-profit fondata a Rimini nel 1999 da imprenditori e professionisti del settore del disagio psichico nelle popolazioni a basso reddito.

Il nome scelto dall’organizzazione indica inoltre uno dei terreni privilegiati in cui operare: quello dei diritti umani e civili del malato psichico, diritti così spesso dimenticati e negletti in tante aree del mondo. Il principio ispiratore dell’associazione è infatti quello di lavorare affinché il malato mentale si affranchi dalla sua condizione di cittadino di seconda categoria.

Oggi, in quasi tutte le società, e specialmente nei paesi poveri, la follia e le malattie psichiatriche in genere, sono altamente stigmatizzate, quasi come chi le portasse fosse una sorta di infetto, che non si può toccare, e che non può toccare.

Cosa fa Cittadinanza?

In pratica sviluppiamo e sosteniamo progetti di aiuto per le persone con disagio psichico e disturbi neuropsichiatrici che vivono nei paesi poveri, dove i disturbi mentali sono circa il doppio che nei Paesi ricchi e si collocano molto in basso nella lista delle priorità sanitarie dove hanno la precedenza malattie più immediatamente collegate alla sopravvivenza.

Abbiamo scelto di operare in questo ambito perché la malattia mentale è presente in tutto il mondo (450 milioni di persone ne soffrono) ma è più forte dove maggiore è la povertà: secondo un rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità infatti, la povertà può essere considerata uno dei principali fattori sociali responsabili dell’insorgere e dello svilupparsi delle malattie mentali.

Ne consegue che solitamente non esistono possibilità di cura e di aiuto e i malati, bambini o adulti che siano, vivono in condizioni inimmaginabili, a volte istituzionalizzati in manicomi (spesso più simili a lager che a luoghi di cura), altre volte reclusi e nascosti tra le mura domestiche, dove la casa cessa di essere “luogo del vivere” per diventare “luogo dell’esclusione”, altre volte sulla strada vittime di ogni genere di abuso e violenza….. E’ degli ultimi degli ultimi che stiamo parlando.

In che modo opera Cittadinanza?

Il nostro approccio al problema è quello di intervenire su realtà ben delimitate che consentano la messa in opera di specifici progetti di tutela della salute mentale verificabili nel tempo e gestiti in loco.

Particolare importanza ha la formazione del personale locale, che può garantire sia la sostenibilità dei progetti sia una maggiore sensibilizzazione della comunità verso la malattia mentale.

Cittadinanza opera attualmente in India e Kenya con progetti di cooperazione in salute mentale nel rispetto delle culture locali e dei diritti umani e incentrati sulla formazione del personale locale e il coinjvolgimento delle famiglie nella riabilitazione e nella sensibilizzazione

Contattaci:

http://www.cittadinanza.org https://www.youtube.com/user/OnlusCittadinanza https://www.facebook.com/Cittadinanza-ONLUS-128181747202629/timeline/

Torna al progetto